Celebrazioni


Le celebrazioni

Modena e Parma, colonie romane nel 183 a.C.
Reggio Emilia, forum negli stessi anni, condividono il fondatore Marco Emilio Lepido, a cui si deve la costruzione della via Emilia, elemento unificante della regione che tuttora ne porta il nome.

Tre città nel cuore della regione riflettono sulla loro storia più antica quando attorno alla Via Aemilia si radicò una cultura in grado di superare differenze etniche e campanilismi.
Modena e Parma, colonie fondate nel 183 a.C. e Reggio Emilia, istituita come forum negli stessi anni, condividono il fondatore Marco Emilio Lepido, il console a cui si deve la costruzione della Via Aemilia, destinata a diventare l’elemento unificante della regione che tuttora ne conserva il nome.
Al prestigioso esponente della gens Aemilia si deve la lungimirante visione di un asse di collegamento di tutti i maggiori centri della regione, che fosse anche presidio politico in quello che un tempo era lo stato dei Boi, barriera ideale contro le popolazioni liguri, cerniera fra l’Italia centrale e i coloni stabiliti in Gallia.

Il ponte ideale fra la romanità e la contemporaneità è rappresentato con linguaggi diversi che spaziano dall'esposizione dei reperti agli incontri di approfondimento scientifico, dalla narrazione alla street art, dalla multimedialità al gioco in un susseguirsi di eventi che accompagneranno tutto il 2017.

 Il programma 2200 anni lungo la via Emilia intende non soltanto valorizzare le origini romane delle tre città di Modena, Parma e Reggio Emilia, ma contestualizzarle nell'ambito del ruolo svolto ininterrottamente fino ai nostri giorni dall'asse viario che le collega.

 

Scarica il programma

 LUNGO LA VIA EMILIA

Lungo quell'itinerario mai dismesso hanno viaggiato dall'antichità sino ai giorni nostri non solo le merci e i prodotti di un’economia da sempre florida, ma anche fiumi di persone, con il proprio bagaglio di esperienze, idee, sensibilità, lingue e credi religiosi differenti.
Si è così formata una cultura aperta verso il viaggiatore che affonda le proprie radici in una società che fa dell’accoglienza una delle sue maggiori risorse.

 

tutti gli eventi